Neviere 2023 – Cantine Telaro

20.00

Da uve leggermente appassite

Neviere del vulcano di Roccamonfina, o cantina della neve, era l’unica fonte di ghiaccio nei periodi estivi, in un epoca in cui non era ancora diffusa la tecnologia per refrigerar. Durnate l’inverno riempite di neve fresca, pressata e coibentata con frasche di castagno, in estate prelevata per raffreddare bevande e vini bianchi. Neviere, una delle espressioni più antica di questa terra.

Categoria:

Varietà delle uve: Falanghina 25% Greco 25% Fiano 25% Pallagrello Bianco 25% leggermente appassite
Confezionamento: 750
Area di produzione: Galluccio, (Caserta- Italia) alle pendici del Vulcano spento di Roccamonfina
Natura del terreno: Vulcanico con una buona concentrazione di Sali minerali e micro elementi
Età media delle viti: 15 anni
Altitudine dei vigneti: 250 mt (s.l.m.)
Esposizione dei vigneti: sud-sud est
Epoca di vendemmia: Seconda metà di Ottobre
Densità d’impianto: 3500/ha
Sistema di allevamento: guyot
Resa/ha: 80q
Vinificazione: Pigiatura soffice, con immediata
separazione delle bucce, decantazione a
freddo e fermentazione in serbatoi di
acciaio inox a temperatura controllata a
18°C per circa 15/20 giorni
Affinamento: in acciaio inox

Colore: giallo paglierino con riflessi dorati
Profumo: Spiccano sentori di frutti esotici,
miele e albicocca con non trascurabile nota
floreale
Palato: Fruttato persistente con spiccata
mineralità, morbido e caldo
Gradazione alcolica: 14,5% vol.
Materiale di fermentazione: acciaio inox
Temperatura di fermentazione: 18°C
Imbottigliamento: Gennaio
Disponibilità sul mercato: Gennaio
Temperatura di servizio: 6/8°C
Abbinamento gastronomici: Primi piatti con frutti di mare, crostacei di
pregio e pesce alla griglia, pollame e formaggi di prima stagionatura